Un bella recensione del mio racconto “Natura viva nei dintorni di Fukushima”

librolandia

Una delle cose che più mi piacciono degli ebook è che non c’è problema di lunghezza. Lo scrittore può scrivere quanto gli pare, o meglio, quando serve per quel particolare testo. È lungo? E che problema c’è? Con la carta bisogna valutare i costi di stampa, gli ingombri, il rischio di resi, e tutta una serie di problematiche in cui sono finita anch’io, con il digitale no. È corto? E che problema c’è? Se in libreria non h senso far arrivare un libro di trenta pagine, con gli ebook anche i racconti possono avere vita autonoma, invece di rimanere sepolti nel computer di un autore tanto folle da aver realizzato qualcosa di difficile da pubblicare, e sperare di incontrare lettori che li apprezzino.

Natura viva nei dintorni di Fukushima di Serena Lavezzi è un racconto, difficile immaginarlo pubblicato in forma diversa da un ebook. E sarebbe stato un peccato non…

View original post 401 altre parole