Ian Manook. Yeruldelgger Morte nella steppa

Buongiorno lettori! Come state?

In Mongolia il commissario di polizia Yeruldelgger si trova ben presto invischiato in due casi misteriosi. Il cadavere di una bambina ritrovata seppellita nella steppa e tre cinesi massacrati in una fabbrica. Aiutato dall’amica medico legale Solongo e dalla giovane agente Oyun inizia le indagini.

Da subito si rende conto che qualcuno vuole impedirgli di fare troppo domande e andare a fondo, qualcuno ai piani alti della polizia. I membri di un gruppo ultranazionalista nazista mongolo diventano gli indiziati perfetti, ma sotto c’è ben altro. Yeruldelgger viene estromesso dall’incarico dopo i primi giorni, Oyun dovrà portare avanti l’indagine da sola.
Perché nelle scartoffie relative ai casi compare il nome della figlia reietta del commissario? Che ruolo ha il suo potente suocero? Cosa lega i cinesi morti alla piccola vittima?
L’unica pista è composta dal faro di un vecchio quad coreano, dalle tradizioni mongole delle steppe e da una prostituta, testimone del triplice omicidio.

Figure che tramano nell’ombra cercheranno in tutti i modi di uccidere Oyun, mentre Yeruldelgger sembra scomparso nel nulla.
Fondamentale la figura di Solongo, bellissima anatomopatologa dedita alla medicina tradizionale e di Galtuga, ragazzino mendicante che sembra sapere e vedere tutto ciò che accade nel quartiere.


Il primo giallo mongolo che leggo e recensisco per voi. L’autore ci accompagna per cinquecento pagine con una scrittura sagace, divertente, fitta di descrizioni e densa di suspence.
Un ottimo giallo, lo rileggersi subito. Consigliatissimo!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...