Piccolo dizionario cinese-inglese per innamorati di Xiaolu Guo

il

Buongiorno lettori! Oggi vi porto in Cina, nuovamente in compagnia della scrittrice e regista Xialou Guo, con il suo romanzo Piccolo dizionario cinese-inglese per innamorati. La storia si svolge a Londra, ma la protagonista è cinese al 100%!

9788817015257_0_0_305_75Presi questo libro in prestito in biblioteca diversi anni fa, scoprendo solo di recente che l’autrice è la stessa di un altro romanzo che ho a casa (La Cina sono io). Il tono è del tutto diverso da quello dell’altro libro (più recente). Qui infatti la protagonista è Z., una giovane cinese che va a Londra per studiare l’inglese, così da poter poi aiutare i suoi genitori e incrementare gli affari della fabbrica di scarpe che possiedono. Qui la giovane si innamora di un uomo con vent’anni più di lei e si trasferisce a casa sua. Inizia così una sorta di balletto fatto di mezze parole, gesti, sguardi, un alfabeto per soli innamorati in cui le lingue smettono di avere limiti di sintassi e grammaticali. Assumono quasi i contorni di una comunicazione universale. Z. conosce pochissime parole di inglese e cerca di esprimersi come può. Questo naturalmente da vita a fraintendimenti tragicomici.

 

F1-1200x912

Ogni capitolo si apre con una nuova parola imparata da Z. e il linguaggio è il vero protagonista di questo libro. Che implicazioni ha imparare un’idioma tanto differente dal nostro? Conoscere una lingua nuova significa davvero avvicinarsi a una cultura diversa? E’ quello che sembra volerci suggerire il romanzo, dove ogni nuova scoperta linguistica di Z. le fa comprendere le diversità tra il mondo cinese e quello europeo, occidentale. Ogni termine inglobato nel suo nuovo vocabolario si trasforma in un’epifania personale, nella riscoperta di valori e nell’appropriazione di concetti dapprima alieni.

Il rapporto con il fidanzato è da subito altalenante, il sesso è uno dei fattori leganti del loro rapporto, ma lui pare avere un passato misterioso e tormentato che non vuole condividere a pieno con Z. Lei, dal canto suo, quando non capisce i suoi discorsi si sente estraniata dalla realtà, impossibilitata a farne parte. Il tutto ci viene raccontato direttamente dal diario della ragazza, che giorno per giorno, ci fa partecipi di scoperte, soddisfazioni e fraintendimenti.

 

Screen-Shot-2013-09-12-at-4.16.58-PM.png
Un piccolo assaggio di vocabolario

 

Personalmente mi è capitato diverse volte di studiare nuove lingue, già a scuola come capita a tutti e poi all’università e successivamente per puro piacere, come autodidatta. Tutti esperimenti per ora lasciati a metà, lo ammetto, per mancanza di tempo e a causa di circostanze esterne. Ma chissà, la mania non mi ha ancora abbandonato del tutto e naturalmente mi piacerebbe studiare il giapponese, il coreano e il cinese (tanto per essere originali! :P) e magari un giorno mi ci metterò di buona lena. Quello che posso dirvi è che si tratta davvero di inoltrarsi in un luogo sconosciuto, ma non solo a causa dell’infida grammatica, ma anche perché ci si immerge totalmente in un mondo altro. Attraverso la lingua di un popolo si può comprendere la sua stessa gente, il modo di vivere, capire come pensano. Ci si avvicina un po’ di più alla comprensione più naturale che ci sia, quella tra un uomo e un suo simile, senza pregiudizi.

Buona lettura amici e, per chi di voi si sta cimentando nell’imparare un nuovo idioma, buon lavoro!

 

guo

Compralo qui!

Autrice: Xiaolu Guo (Classe 1973, Zhejiang)

Titolo: Piccolo dizionario cinese-inglese per innamorati

Anno: 2007

Casa editrice: Rizzoli

Prima edizione italiana: 2007

N. Pagine: 331

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. Monique Namie ha detto:

    Se avessi visto il titolo in libreria, forse avrei frainteso sul contenuto e non mi sarei interessata oltre. La tua recensione mi ha messo curiosità. Un altro libro da aggiungere alla lista di quelli da leggere. 🙂

    "Mi piace"

    1. Serena Lavezzi ha detto:

      Guarda, è la stessa impressione che diede a me in biblioteca. Poi un giorno rischiai e lo presi, è un libro leggero, ma simpatico e può essere spunto per riflessioni più consistenti. 🙂 L’autrice ha poi mutato molto le sue tematiche e lo stile.

      Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...