Enigmi coreani di Yi Ch’ongjun

Buon ultimo giorno dell’anno lettori! Venite con me, oggi vi parlerò di un libro che contiene due racconti coreani. Qualche aggettivo per descriverli? Visionari, paradossali, nostalgici. Anche questa volta Yi Ch’ongjun dà vita a un mondo evanescente, che sembra apparire e scomparire davanti ai nostri occhi. Crea per noi l’illusione di gesti, parole e sentimenti.

Continua a leggere

Il giardino delle nebbie notturne di Tan Twan Eng

Buongiorno lettori! Oggi deviamo un attimo dai soliti binari, perché questo libro meraviglioso merita davvero di essere conosciuto, credetemi. Tra l’altro ha vinto il Man Asian Literary Prize nel 2012, non si scherza. Non dovrei parlarne visto che l’autore è nato in Malesia, ma a onor del vero la trama del romanzo è strettamente connessa con il Giappone e per questo mi permetto questa breve, ma significativa, gita fuori porta. Seguitemi!

Continua a leggere

Balzac e la piccola sarta cinese di Dai Sijie

Che piacevole sensazione quando si riprende in mano un libro letto una decina d’anni prima e si riscoprono righe sottolineate a matita. Che sorpresa è stata per me!

Buon sabato cari lettori, oggi vi parlo del primo libro cinese che ho letto tanti anni fa e che ancora ricordo con estrema chiarezza, tanto mi aveva rapita. Balzac e la Piccola Sarta cinese è un piccolo gioiello, delicato, intenso, colmo di sogni che traboccano fuori dalle pagine. Sono i sogni dei tre protagonisti, il narratore che ci racconta la storia, il suo amico Lou e la Piccola Sarta.

Continua a leggere

Che cosa ci fa un morto nell’ascensore? di Kim Young-Ha

Buongiorno! Oggi vi parlerò di un’antologia particolare, la raccolta di storie di Young-Ha Kim. Questi cinque racconti sono tutti legati da un lungo filo rosso, che li attraversa e forma piccoli nodi, qua e là. Apparentemente trame distaccate le une dalle altre hanno però delle similitudini profonde, delle trasparenze che ci danno la possibilità di sovrapporre caratteristiche e dettagli. Scopriamoli insieme.

Continua a leggere